Cultura è Lavoro

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un continuo attacco nei confronti dei lavoratori dei beni culturali e delle loro prerogative. Dal ricorso indiscriminato al massimo ribasso negli appalti all’abuso del volontariato per abbattere i costi del lavoro passando per il bando “500 giovani” volto allo sfruttamento inaccettabile di lavoratori spacciati per tirocinanti. Le politiche del Governo e delle amministrazioni locali continuano a indurre nel settore dei Beni Culturali una incessante concorrenza al ribasso che non porta da nessuna parte perché non genera valore e sviluppo. Per protestare contro questa visione miope, che usa la cultura solamente per motivi propagandistici, scenderemo in piazza a Roma il prossimo 29 novembre.

Promotore: Coordinamento Confassociazioni Beni Culturali composto da

Associazione Nazionale Archeologi

Archim – Archivisti In Movimento

Giovani bibliotecari e aspiranti

La Ragione del Restauro

SAU Storici dell’Arte Unitari

Storici dell’Arte in Movimento

Adesioni:

Rete della Conoscenza

Associazione XX Maggio

Associazione Culturale Mnemosyne

Aicrab – Associazione Italiana dei Conservatori e Restauratori degli Archivi e delle Biblioteche

https://www.facebook.com/events/380339302142387/?ref_newsfeed_story_type=regular
logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *